È definitivo: Mary Jane Veloso può testimoniare contro i suoi reclutatori

SALVA MARIA JANE VELOSO/16 APRILE 2015
Mary Jane Veloso in una struttura carceraria a Yogyakarta, in Indonesia. Quest'ultimo è stato dichiarato colpevole di traffico di droga e condannato a morte in Indonesia.
FOTO PER GENTILE CONCESSIONE DELLA FAMIGLIA VELOSO

MANILA, Filippine – È definitivo. La trafficante di droga condannata Mary Jane Veloso potrà raccontare la sua storia che l'ha portata all'arresto e alla condanna in Indonesia.



In una risoluzione resa pubblica venerdì, la Terza Divisione Speciale dell'Alta Corte ha negato la richiesta di riesame presentata dall'Ufficio del Pubblico Ministero (PAO) che funge da avvocato per Ma. Cristina Sergio e Julius Lacanilao, presunti reclutatori di Veloso.

L'alta corte ha confermato la sua sentenza dell'ottobre 2019 affermando che Veloso dovrebbe essere autorizzata a testimoniare tramite deposizione contro i suoi reclutatori in modo da non limitare il suo diritto a un giusto processo.

Veloso è attualmente detenuta in Indonesia e rischia la pena di morte dopo essere stata arrestata nel 2010 all'aeroporto di Yogyakarta per aver introdotto più di due chilogrammi di eroina. Avrebbe dovuto essere fucilata nel 2015 ma è stata risparmiata dopo che le autorità filippine hanno informato le loro controparti che i suoi reclutatori erano già sotto custodia della polizia.



CASO MARYJANE VELOSO/ 20 MAGGIO 2015
I presunti reclutatori di Mary Jane Velosso Julius Lacanailao e il suo congedo nella compagna Cristina Sergio hanno presentato una controaccusa davanti al Dipartimento di Giustizia mercoledì.
RICHIESTA FOTO/JOAN BONDOC

Veloso ha negato la conoscenza della droga che stava trasportando, insistendo sul fatto che il bagaglio che aveva le fosse stato dato dai suoi reclutatori.

Con la recente sentenza, i pubblici ministeri privati ​​dell'Unione nazionale degli avvocati dei popoli (NUPL) guidati dal suo presidente, l'avv. Edre Olalia, in una dichiarazione, ha dichiarato: Il tribunale di Nueva Ecija che ascolta il traffico di esseri umani qualificato, il reclutamento illegale e l'Estafa contro i suoi reclutatori illegali Cristina Sergio e Julius Lacalinao può ora programmare le date per l'assunzione della testimonianza di Maryjane.



L'alta corte, nella sua risoluzione, ha affermato che il PAO non è riuscito a sollevare l'argomento sostanziale che giustificherebbe un'inversione della sentenza dell'ottobre 2019.

La Corte decide inoltre di respingere l'istanza in via definitiva, le questioni fondamentali ivi sollevate debitamente esaminate e trasmesse dalla Corte nella suddetta decisione, ha affermato l'Alta Corte aggiungendo che non saranno prese in considerazione ulteriori memorie, mozioni, lettere o altre comunicazioni in questo caso. Lascia che venga emessa immediatamente una registrazione della sentenza

La NUPL ha anche riconosciuto i ruoli complementari del Dipartimento di Giustizia e dell'Ufficio del Procuratore Generale nell'unirsi a noi questa volta per perseguire un obiettivo comune per rendere giustizia agli OFW in difficoltà come Maryjane.

Col tempo, non solo i reclutatori illegali saranno ritenuti responsabili, ma la sua innocenza sarà eventualmente accertata giudizialmente e non vediamo l'ora che torni a casa libera come logica conseguenza. Lascia che Maryjane parli ora e portala a casa in tempo. È un viaggio lungo e tortuoso, ma ci arriveremo, ha detto NUPL. [AC]

STORIE CORRELATE:
I genitori di Mary Jane Veloso chiedono a SC di far parlare la figlia
L'esecuzione di Veloso è stata interrotta