Lavoratrice dell'asilo sotto processo dopo aver fatto sesso con una tredicenne, nega che il bambino sia suo

INQUIRER.net foto stock

Un'operaia di un asilo nido, che a quanto pare ha costretto un ragazzo di 13 anni a fare sesso con lei, sta ora affrontando cinque accuse di attività sessuale con un bambino nel Regno Unito.



Leah Cordice, ora ventenne, è entrata nella stanza del ragazzo ubriaca nel 2017 quando si è verificato il primo incidente, secondo il Daily Mail rapporto ieri, 25 febbraio. Durante il processo a Cordice, è stato rivelato che l'operatrice dell'asilo è rimasta incinta del figlio del minore, ma ha sposato il suo fidanzato di lunga data.



I servizi sociali sono stati coinvolti dopo che la madre del ragazzo ha chiamato la polizia che ha costretto Cordice a fare un test del DNA.Le autorità hanno arrestato Cordice nella sua casa nel Berkshire il 9 luglio 2018. Secondo il rapporto, in seguito è stata intervistata con cautela.

Durante la sua udienza in tribunale, è stato raccontato come la diciassettenne Cordice sia entrata nella camera da letto del ragazzo mentre giocava a Xbox e guardava video su YouTube nel gennaio 2017. Secondo quanto riferito, ha continuato a baciare e abbracciare il minore. L'operaio dell'asilo ha anche tirato giù i pantaloni dello scolaro prima di impegnarsi in un rapporto sessuale.



Il minore, che non ha potuto essere nominato per motivi legali, ha detto alle autorità che non poteva rifiutare Cordice poiché lei insisteva per compiere atti sessuali. Secondo il rapporto, il due hanno continuato ad avere rapporti sessuali non protetti almeno due volte al mese per un anno.

terrence romeo e vice ganda

Secondo il rapporto, Cordice è andata prima dallo scolaro quando ha scoperto di essere incinta. Cordice avrebbe mostrato al minore un'app sul suo telefono che suggeriva la data in cui ha concepito il bambino. Ha mostrato che era la prima volta che facevano sesso.

Mentre vedeva il minore, Cordice sposò il suo ragazzo. Durante il processo, la giuria ha ascoltato attraverso la dichiarazione preparata da Cordice che ha negato di aver avuto contatti sessuali con il minore.



Ha sempre avuto una cotta per me e faceva sempre commenti inappropriati e faceva cose inappropriate come prendermi e infastidirmi, ha detto lei. Non abbiamo avuto contatti sessuali.

Tuttavia, un test del DNA ha rivelato che la figlia di Cordice era la figlia dello scolaro. Nonostante ciò, ha affermato, il denunciante non è il padre di mio figlio.

PERSecondo il pubblico ministero Grace Ong, Cordice ha ammesso di aver avuto rapporti sessuali con il ragazzo, ma continua a negare che suo figlio sia suo.

Il processo a Cordice è ancora in corso al momento della scrittura. Dei cinque capi di aver avuto rapporti sessuali con una minorenne accusati contro Cordice, si ritiene che tre siano avvenuti quando lei aveva ancora 17 anni, mentre gli altri due quando ha raggiunto i 18 anni. Cha Lino / NVG

Il padre picchia un parente trovato nudo nella cameretta dei suoi figli

Adolescente uccide, torture con crocifisso presunto prete cattolico pedofilo

L'uomo accusato di stupro fa la cacca in tribunale, si rifiuta di cambiarsi i vestiti sporchi