Prezzo pay-per-view rigido per Pacquiao vs Broner

Se hai intenzione di guardare l'evento principale di Showtime tra Manny Pacquiao e Adrien Broner da Las Vegas in diretta sulla televisione via cavo locale, pagherai P949 per il piacere.

Il prezzo non è un affare per l'incontro del 20 gennaio, ora delle Filippine, ma considera questo:



I fan negli Stati Uniti stanno sborsando un sacco di soldi per vedere Pacquiao (60-7-2 39 KO) combattere lì per la prima volta dal 2016 quando ha sconfitto Jessie Vargas in pay-per-view anche a Las Vegas per difendere la sua WBA secondaria titolo mondiale welter contro Broner (33-3-1, 24 KO).



Per la cronaca, Keith Thurman è il vero detentore del titolo dei pesi welter della WBA. Djokovic trionfa a Wimbledon e si assicura il 20esimo major da record La Nigeria stordisce il Team USA nell'esibizione olimpica Antetokoumpo, i Bucks tagliano il vantaggio dei Suns nelle finali NBA

Gli ultimi due combattimenti di Pacquiao sono stati su ESPN e sull'app ESPN + per $ 9,95 al pop, quindi molti considerano l'abbonamento PPV da $ 74,99 a Pacquiao-Broner un po' pesante.



Questo prezzo corrisponde a quello di Deontay Wilder contro Tyson Fury il mese scorso. Quell'evento ha superato le proiezioni preliminari e ha raggiunto circa 325.000 acquisti.

Quando Pacquiao ha combattuto Vargas due anni fa, l'incontro ha fatto 300.000 acquisti. Sarebbe interessante vedere come l'icona dell'anello filippino di 40 anni attirerebbe gli irriducibili della boxe questa volta. Il suo bisticcio con Bronder alla MGM Grand Garden Arena è la stessa notte di Henry Cejudo contro T.J. Dillashaw su UFC a New York.

Con appena due settimane dall'incontro, Pacquiao ha detto che vuole solo condividere una bella vita fuori dal ring con Broner, che doveva ancora risolvere problemi legali prima e dopo il loro incontro.



Per innescare una rinascita della boxe nel paese, la Global Boxing Organization (GBO) con sede a Los Angeles lancerà una carovana di boxe dell'Asia del Pacifico ad aprile a Davao City.

Il braccio operativo del GBO, Red Boxing International guidato dall'uomo d'affari filippino Rey Cacoi Rodis II, ex assistente della leggenda di Hollywood Al Pacino, promuoverà e organizzerà combattimenti nella regione con l'obiettivo di produrre un nuovo raccolto di combattenti filippini nello stampo di Pacquiao , Nonito Donaire Jr., Donnie Nietes e altri.

L'ex giornalista sportivo Fred Lumba, presidente del GBO, riferisce che l'organizzazione mira anche a rilanciare l'attività morente delle promozioni di boxe nel paese toccando i giovani promotori filippini che meritano di ottenere una quota redditizia dalla loro impresa.

Per raggiungere questo obiettivo, GBO e Red Boxing sono alla ricerca di partner progressisti, tra cui il Games and Amusement Board, secondo Lumba.