Vince Carter, 43 anni, si ritira dopo un record di 22 stagioni NBA

FILE - In questa foto di file dell'11 marzo 2020, la guardia degli Atlanta Hawks Vince Carter (15) saluta la folla mentre lascia il campo dopo una partita di basket NBA contro i New York Knicks, ad Atlanta. Carter ha ufficializzato il suo ritiro giovedì 25 giugno 2020, annunciando sul suo podcast che la sua carriera di 22 anni nella NBA è giunta al termine. (Foto AP/John Bazemore, File)

Vince Carter ha ufficializzato il suo ritiro giovedì, annunciando sul suo podcast che la sua carriera NBA di 22 anni, la più lunga nella storia della lega, è giunta al termine.



L'annuncio è stato in gran parte una formalità perché il 43enne Carter aveva detto più volte nel corso di questa stagione che questa sarebbe stata la sua ultima in NBA. È diventato il primo giocatore NBA ad apparire in quattro decenni diversi.



Vince Carter ha avuto un impatto indelebile sull'NBA con la sua notevole abilità e il suo impegno duraturo, ha affermato il commissario NBA Adam Silver, che ha elogiato Carter come un vero ambasciatore del gioco.

Carter è apparso in 1.541 partite NBA, dietro solo a Robert Parish (1.611) e Kareem Abdul-Jabbar (1.560) nella lista di tutti i tempi della lega. Ha iniziato la sua carriera con Toronto, poi ha giocato per New Jersey, Orlando, Phoenix, Dallas, Memphis, Sacramento e ha trascorso le sue ultime due stagioni con Atlanta. Djokovic trionfa a Wimbledon e si assicura il 20esimo major da record La Nigeria stordisce il Team USA nell'esibizione olimpica Antetokoumpo, i Bucks tagliano il vantaggio dei Suns nelle finali NBA



La prima stagione di Carter è stata la campagna 1998-99, che è stata ridotta a 50 partite a causa delle lotte sindacali.

La sua ultima stagione è stata accorciata dalla pandemia di coronavirus e gli Hawks non faranno parte delle 22 squadre dirette al complesso Disney vicino a Orlando, in Florida, il mese prossimo per la prevista ripresa del gioco NBA.

È una bella situazione per me perché sono entrato in campionato in una stagione abbreviata e mi allontano dal campionato in una stagione abbreviata, ha detto Carter nel podcast di Winging It. Quindi per me, è solo una specie di situazione unica.



Carter ha segnato 25.728 punti nella sua carriera, il 19esimo nella storia della NBA.

Gli Hawks hanno rapidamente lodato Carter per quello che ha fatto, non solo in due anni con Atlanta, ma per tutta la sua carriera.

Durante il suo storico viaggio di 22 anni che copre quattro decenni diversi senza precedenti, il suo arco di carriera in continua evoluzione è stato forse come nessun altro nella storia della lega: da Top 5 Draft Pick a Rookie of the Year a Slam Dunk Champion a superstar e otto volte All-Star al compagno di squadra dell'anno di Twyman-Stokes e prezioso giocatore di ruolo, hanno detto gli Hawks in una nota.

L'ultima partita di Carter è stata l'11 marzo, una gara che gli Hawks hanno perso in casa agli straordinari contro New York. Quando la partita stava per finire, la NBA aveva già annunciato che avrebbe sospeso la stagione alla conclusione del gioco di quella notte dopo che il centro dello Utah Rudy Gobert è diventato il primo giocatore della lega noto per essere risultato positivo al coronavirus.

Il momento non è andato perso per i fan di Atlanta, che hanno cantato We want Vince! ripetutamente a 19,5 secondi dalla fine dei supplementari e con la vittoria dei Knicks nettamente decisa.

A quel punto Carter è tornato in partita, ha rimbalzato la palla a Trae Young, quindi ha trascinato il gioco mentre gli Hawks si dirigevano verso il basso.

Young ha restituito la palla a Carter, che ha preso una tripla incontrastata. Il tiro è andato a segno, Carter ha alzato le braccia al cielo e l'orologio è scaduto pochi secondi dopo.

Quello che molti sospettavano sarebbe successo quella notte divenne realtà: anche la carriera di Carter era scaduta.

Ci sono state volte, probabilmente ad aprile, in cui ho pensato: 'Amico, vorrei che non accadesse così', ha detto Carter. E poi, dopo un po', ho pensato: 'È quello che è'. Una volta sono stato in grado di metterlo da parte e dire: 'Ritirati, Vince. Puoi andare a giocare a golf ora', è stato più facile.

daniel matsunaga e erich gonzales

Carter è stato selezionato per otto volte All-Star, è stato rookie dell'anno nel 1999, ha vinto lo slam dunk contest nel 2000 e ha aiutato la pallacanestro USA a vincere medaglie d'oro alle Olimpiadi di Sydney del 2000 - evidenziato dalla sua schiacciata su 7 piedi-2 francese centro Frederic Weis — e il torneo FIBA ​​Americas del 2003.

Ha giocato a basket al college per tre anni nella Carolina del Nord, iniziando la sua carriera lì sotto Dean Smith, e il ritiro di Carter significa che non ci sono più giocatori allenati da Smith nella NBA.

Metà uomo, metà incredibile, TUTTA la classe! L'allenatore degli Hawks Lloyd Pierce ha scritto su Twitter in un messaggio a Carter. È stato un onore e un privilegio per me lavorare con te.

Carter ha detto che giocherà ancora il gioco del basket, per divertimento. Ci si aspettava da tempo che le reti televisive lo perseguissero come analista, qualcosa in cui si è dilettato alla NBA Summer League negli ultimi anni.

Ho ufficialmente finito di giocare a basket a livello professionale, ha detto Carter. Giocherò in casa.

gsg